Lavori in oliveto nel mese di settembre

Cari soci e amici olivicoltori lariani, un augurio di buona fine estate. Il tempo si è stabilizzato nella media stagionale, piove regolarmente senza esagerare, con temperature ideali per noi e per le nostre piante che si presentano in buono stato vegetativo, testimoniato da una cascola estiva nulla e con olive ormai della dimensione finale e dal contenuto in olio estraibile ora già del 6 %. Naturalmente questo dato è destinato a crescere progressivamente nella speranza fondata di raggiungere quest’anno buone rese finali. Settembre è il periodo ideale per la copertura rameica in vista delle piogge autunnali a protezione dalle malattie fungine. Fondamentale quindi questo trattamento. Tutti i prodotti a base di rame vanno bene seguendo le dosi in etichetta, dovendo scegliere consiglio l’ossicloruro di rame allo 0,5 %  essendo a parità di efficacia il meno tossico per l’ambiente e l’operatore. Con presenza notevole di cocciniglia nelle forme giovanili bisogna aggiungere al rame l’olio bianco all’ 1,5%. Completiamo la mistura con il consueto fertilizzante fogliare a base di alghe marine allo 0,4% per una migliore resa e qualità delle olive. Tutti questi prodotti sono compatibili tra loro e consentiti in agricoltura biologica. Per il fitofago chiave, la mosca olearia, i monitoraggi svolti dall’Aipol e da alcuni soci della Cooperativa evidenziano una situazione critica nell’alto lago, da Bellano compreso in su, nel centro e basso lago siamo in allerta. Bisogna quindi intervenire senza indugio con il prodotto biologico spintor-fly. Guardate le previsioni meteo per darlo all’inizio di un periodo senza piogge di almeno 4 giorni. In questo modo teniamo ad un livello basso la popolazione adulta dell’insetto limitando notevolmente i danni alle olive. Lo stesso trattamento rameico prima descritto svolge un’azione repellente sulla mosca. Sono convinto che quando tutti gli olivicoltori useranno la trappole a cattura massale il problema mosca diventerà trascurabile. I ritardatari eliminino ora i succhioni inutili e i polloni. Altrimenti questi vigorosi germogli che comunque dovremo eliminare a fine inverno, sottraggono elementi nutritivi in concorrenza ai rami utili ed ai frutti, con spreco di risorse per la pianta e minore produzione. Vi aspettiamo per i vostri acquisti di materiale e per due chiacchere presso la nuova sede e negozio della Cooperativa in piazza stazione a Perledo, sia negli orari di apertura al pubblico ( 9,30-12,30 e 17-19 ) che il lunedì sera dalle 20,30 in poi e se avete voglia di collaborare alla domenica mattina proseguono i lavori dei volontari. Lo scopo è creare qualcosa di importante e utile a vantaggio dei soci, del territorio e della comunità. Il responsabile tecnico Gigi Castellano 3774075109