Lavori in oliveto nel mese di luglio

Cari soci e simpatizzanti che ci leggete, sta piovendo sul bagnato: l’estate e’ iniziata col brutto mettendo alla prova le buone esecuzioni della difesa contro l’occhio di pavone e dei drenaggi. Chi ha bene operato seguendo i nostri consigli ha le spalle coperte.
La fruttificazione si presenta buona su frantoio e scarsa su leccino, in pausa dopo anni di carica. Le olive hanno mediamente le dimensioni di 5 mm di diametro, nella media del periodo.
Ci aspetta un mese di lavori importanti in uliveto. Infatti il parassita chiave, la mosca delle olive richiede ora il nostro impegno. Come sapete sul nostro territorio gia’ da alcuni anni si combatte con successo la mosca con la posa delle trappole a cattura massale. Questo metodo ha dato buoni risultati di efficacia, con l’aggiunta di migliore sanita’ del prodotto, salute dell’operatore, rispetto dell’ambiente. Però richiede due condizioni: la partecipazione di tutti o quasi gli olivicoltori e la posa precoce delle trappole. Quest’ultima condizione e’ fondamentale perche’ si tratta di una lotta adulticida, bisogna giocare d’anticipo eliminando gli adulti prima che possano avere la possibilita’ di deporre. La ditta produttrice consiglia la posa delle trappole 2-3 settimane prima che l’oliva sia recettiva. Si considera ricettiva l’oliva che ha il diametro di 7 mm o piu’. Questo significa che dobbiamo affrettarci e procedere alla posa entro la prima settimana di luglio.
La cooperativa ha effettuato un acquisto collettivo per i soci. Comunque siamo a disposizione di tutti gli olivicoltori per i consigli sulle semplici modalita’ di posa.
Vi terremo informati sull’andamento del monitoraggio in collaborazione con AIPOL.
Altro importante parassita e’ la cocciniglia mezzo grano di pepe. Sono state segnalate in diverse localita’ presenze oltre la soglia: una femmina adulta (il mezzo grano di pepe) in media ogni 10 cm di rametto. Essendo l’adulto corazzato e quindi insensibile ai normali trattamenti, bisogna aspettare la nascita dei figli, dopo la meta’ di luglio e fino alla meta’ di agosto, per intervenire. Ottimale alla fine di luglio. La soglia di intervento riguardo le neanidi e’ di 5 per foglia, occorre la lente d’ingrandimento. Si bagna accuratamente la pianta, cioe’ anche sotto le foglie, con una soluzione allo 1,5 % di olio bianco con l’aggiunta di ossicloruro di rame allo 0,3% contro la fumaggine conseguente l’infestazione della cocciniglia.
Nella prima meta’ del mese dobbiamo effettuare il secondo taglio o trinciatura dell’erba.
Controlliamo tutori e legacci nei nuovi impianti, tenendo zappato superficialmente intorno alla piantina.
Buona estate e buon lavoro.
Il responsabile tecnico
Luigi Castellano